sabato 12 maggio 2007

I luoghi dell’anima - Tramonti

Ci sono luoghi, per altri assolutamente privi d’interesse e forse oggettivamente brutti, che per me, invece, sono speciali: sono quelli che io definisco i miei “luoghi dell’anima”.
Il luogo in assoluto al primo posto, nel mio brevissimo elenco del cuore, è “Tramonti”. Non è un paese, è solo una piccola frazione ed è lì che sono nata. Io, almeno a livello conscio, non mi riconosco pensieri di nostalgia verso il “paese natìo”, del resto ci sono rimasta solo fino all’età di 2 anni, eppure quando sono lì “sto bene”. Cosa c’è che mi piace così tanto non so dirlo neanche io. Tutto e niente. C’è un terreno che si affaccia sulla strada asfaltata e di certo non è bello, anzi! Ci sono piante che non vengono curate da tempo in modo regolare: prima se ne occupava mio padre che, in pensione, andava a passarci le sue giornate e a curare quelle piante che avevano per lui una storia (come del resto qualsiasi altra cosa in quel posto). Il terreno è costeggiato da una stradina sterrata che porta all’ingresso della casa e questa, nonostante sia abbandonata da tempo, rimane in piedi; anche il tetto riesce a rimanere al suo posto, ma chissà quanto ancora durerà? Riusciremo a deciderci prima o poi sulla sua sistemazione? Non so, intanto quando vado da mia madre in macchina, passo di là e, se posso, mi fermo un po’. Tiro fuori la sedia e mi siedo in uno dei due punti che, secondo me, sono bellissimi: uno è un gradino più giù del pozzo, sotto l’albero di fichi, l’altro al di sopra del pozzo, appena dopo le scalette, sotto l’ulivo, dove guardando attraverso gli alberi che si trovano più in basso, si vede tutta la campagna e la vista spazia lontano, lontano…. Anche solo 10 minuti mi ricaricano di energia positiva. Dico per dire, io non credo alle cavolate dell’energia negativa e positiva, comunque è così. In questo periodo dell’anno è ancora meglio: quando scendo lungo la stradina, l’ombra delle querce e i fiori bianchi e viola degli iris, ai lati, cominciano a darmi una sensazione di benessere che migliora appena arrivo alla piccola curva del muretto a secco: lassù, nel contenimento, ci sono erbe ed erbacce ma c’è anche una distesa stu-pen-da di pervinche! E qui sento proprio i lineamenti del viso che si distendono e gli occhi e la mente che gioiscono. Nemmeno il dispiacere che provo comunque, nell’andare via con il pensiero di qualcosa che va in rovina, riesce a cambiarmi per il resto della giornata.
Gli occhi e la mente rimangono così, pieni di “bellezza”, e la mia “anima” lo sente.
© Anna - righeblu ideeweekend

P.S.: chissà se anche altri hanno un proprio”luogo dell’anima”?

L’immagine è tratta dal sito www.sentierando.it

7 commenti:

franga ha detto...

Hai ragione, ci sono luoghi che sono dentro di te e non solo perchè lì ci sei nata , ma soprattutto perchè anche noi come esseri umani siamo sempre vissuti immersi nella natura....e mai , come adesso ne sentiamo la necessità.
Inoltre oguno di noi elabora le proprie emozioni in modo diverso, quindi anche un angolo per qualcuno insignificante per te può essere meraviglioso e suscitare sensazioni particolari.
L'uscita che abbiamo fatto con Tess è stata molto bella; attraversando la faggeta oltre ai versi di vari uccelli si sentiva il rumore del torrente che scorreva nalla valle. Camminando lungo il sentiero, spesso coperto dalla lettiera abbiamo scorto anche delle impronte di cervo, e siamo poi arrivati ad una cascata, al di sopra della quale dopo due km circa era situata la sorgente (lì non siamo andati).
Oggi al contrario ho dovuto chiudere nel "cassetto"qualsiasi emozione positiva perchè abbiamo dovuto lavorare per gli esami.
Nel frattempo spero che gli alunni ti facciano godere un pò di Ventotene. Un caro saluto a te e a Laura.

franga ha detto...

Hai ragione, ci sono luoghi che sono dentro di te e non solo perchè lì ci sei nata , ma soprattutto perchè anche noi come esseri umani siamo sempre vissuti immersi nella natura....e mai , come adesso ne sentiamo la necessità.
Inoltre oguno di noi elabora le proprie emozioni in modo diverso, quindi anche un angolo per qualcuno insignificante per te può essere meraviglioso e suscitare sensazioni particolari.
L'uscita che abbiamo fatto con Tess è stata molto bella; attraversando la faggeta oltre ai versi di vari uccelli si sentiva il rumore del torrente che scorreva nalla valle. Camminando lungo il sentiero, spesso coperto dalla lettiera abbiamo scorto anche delle impronte di cervo, e siamo poi arrivati ad una cascata, al di sopra della quale dopo due km circa era situata la sorgente (lì non siamo andati).
Oggi al contrario ho dovuto chiudere nel "cassetto"qualsiasi emozione positiva perchè abbiamo dovuto lavorare per gli esami.
Nel frattempo spero che gli alunni ti facciano godere un pò di Ventotene. Un caro saluto a te e a Laura.

anna ha detto...

Ciao, sono tornata giovedì sera con la stanchezza che puoi immaginare,le ore di sonno sono state davvero pochissime. Ieri, rientrata a scuola,ho fatto 6 ore piene! Comunque Ventotene è molto bella, bisognerebbe tornarci solo per fare una vacanza. Ciao, a presto.
Anna

Tess ha detto...

Cara Anna, credo che tutti abbiamo un luogo dell' anima. Il mio è a Firenze, a palazzo Medici nella cappellina dei magi.
Ci "vedo" Lorenzo bambino e poi uomo ricrearsi davanti alla meraviglia degli affreschi.
Lorenzo il magnifico è un personaggio che sento vicino a me, amava le cose belle e non si sottraeva al dovere. Ha amato tanto e sofferto anche di più.
Anche Pietro lo amava.
Ciao
Tess

Tess ha detto...

Cara Anna, credo che tutti abbiamo un luogo dell' anima. Il mio è a Firenze, a palazzo Medici nella cappellina dei magi.
Ci "vedo" Lorenzo bambino e poi uomo ricrearsi davanti alla meraviglia degli affreschi.
Lorenzo il magnifico è un personaggio che sento vicino a me, amava le cose belle e non si sottraeva al dovere. Ha amato tanto e sofferto anche di più.
Anche Pietro lo amava.
Ciao
Tess

gatadaplar ha detto...

Ciao Anna!
Passo a trovarti e cosa trovo?
Un altro bellissimo spunto per un altro post! :)
Appena potrò scriverò qualcosa sui "miei luoghi dell'anima"! :)
Ne ho diversi, ma preferirei dire "i luoghi dove ho lasciato un pezzo di anima" perchè non credo che avrò la possibilità di tornarci...
Un salutone e fai un bagno al mare anche per me!

anna ha detto...

Ciao!
Purtroppo non sono più al mare di Ventotene, per ora posso solo affogare nelle carte!
Passerò presto da te per conoscere altri luoghi dove lasciare o "ritrovare" un pezzo dell'anima....
Tra i tuoi post ne ho letto uno sul Trasimeno, isola maggiore. Anche tra i miei ce ne sono tre sul Trasimeno.
Ciao, a presto:)
Anna

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails