mercoledì 23 maggio 2007

4 giorni a Ventotene - 2

Ventotene - porto romano
15 Maggio 2007 - Ho dormito poco ma, come spesso mi succede, quando sono in un posto nuovo, mi sveglio prestissimo, forse proprio per godermi un po’ di tempo e di spazio “solo mio”. Sembra che tutti ancora dormano, perciò mi preparo e, con un caffé vero, salgo fino in terrazzo a leggere. La vista del mare e il panorama con l’isola di Santo Stefano sullo sfondo, mi mettono di buon umore. Riesco a leggere solo 4 pagine del libro di Benni, ”Saltatempo”, e già comincio a sentire le voci dei ragazzi. Fine dello spazio “libero”. Inizia il lavoro. Scendo e ne seguo alcuni che sembrano essersi addormentati e risvegliati con il pallone in mente: non possono svegliare tutti gli ospiti dell’albergo! Alle 8.30 si va a colazione: pane, marmellatine, nutella, latte e “caffé ”. I ragazzi gradiscono molto la nutella e noi cediamo volentieri le nostre. Speriamo che arrivi (e arriva) anche un caffé vero! Quando usciamo dall’albergo per andare a cala Rossano, notiamo che il tempo sta cambiando. C’è la seconda lezione teorica e pratica del corso di vela, così, mentre le colleghe La e Te seguono i ragazzi, con la collega Do andiamo in avanscoperta a vedere se, poco oltre, ci sia un sentiero per arrivare a Villa Giulia. Il sentiero c’è e concorderemo con Irene le modalità per andare in piccoli gruppi, intanto, proseguendo in salita si arriva al cimitero. Accanto c’è l’eliporto e notiamo molte piante spontanee con fiori. Ci sono bellissimi cespugli di violacciocche che non posso fare a meno di fotografare. Procediamo con la lezione e poi scendiamo tutti in spiaggia per la parte pratica. Cominciano i turni per “armare” la barca, mentre altri provano a fare i nodi e a ripassare quanto appreso sui venti. Tornando in albergo per il pranzo, poiché siamo in anticipo, andiamo a cala nave: una bella spiaggia che si raggiunge passando dal porto romano attraverso un tunnel nella roccia.I ragazzi fanno il bagno, sono entusiasti e fatichiamo per farli uscire. Al pomeriggio continua la lezione, prima però un gruppo, a turno, visita la zona del faro e le peschiere con la guida di Irene. I ragazzi provano la barca a vela e a remi, è un continuo scambio di giubbotti e remi. Torniamo per la cena e siamo tutti abbastanza stanchi, meno i soliti irriducibili!
© Anna - righeblu ideeweekend

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, belle foto, complimenti!Ventotene è carina, ci sono stata a giugno scorso..... ci voglio tornareeeeeeeeee!!;)

anna ha detto...

Rispondo:
Ti ringrazio, mi piace fare foto ma sono piuttosto maldestra. Comunque sì, Ventotene è piaciuta molto anche a me e spero di poterci tornare per una vera vacanza.:)
Anna

Tess ha detto...

Cara Anna,
oggi mi hai giustamente rimproverato di non leggere più il tuo blog, scusami ma da un po' di tempo ho troppo da fare, giro come una scheggia impazzita dalla mattina a tarda sera e sono tanto stanca.
Spero che a Ventotene i miei fanciulli si siano comportati bene e non ti abbiano fatto faticare troppo.
Ciao
Tess

anna ha detto...

Cara Tess, non era un rimprovero, avevo voglia di scherzare; vedo che sei molto impegnata in questo periodo così pesante per tutti. Anch'io non ho più idea della quantità di carta che sto accumulando. Meglio distrarsi quando è possibile. Per i tuoi "fanciulli" devo proprio farti i complimenti: è una classe ben inquadrata, con ragazzi responsabili e interessati. Penso che ti daranno molte soddisfazioni.
Ciao,a presto.
Anna

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails