lunedì 12 luglio 2010

Marmellata di prugne, con uvetta e cannella

E la marmellata è fatta!

Ho deciso di seguire il suggerimento di Lydia: utilizzare le mie prugne (o susine…) “goccia d’oro” (o come si chiamano) seguendo la sua ricetta che, peraltro, avevo già sperimentato con successo lo scorso anno.

C’è voluto tutto il mio coraggio… il caldo qui è insopportabile e l’idea di starmene davanti ai fornelli a rimestare non mi solleticava per niente affatto…




Ieri sera, però, ho raccolto una parte delle prugne (ce ne sono ancora!!!) e all’ALBA, ho iniziato a lavorare…  circa 8 chili di polpa, senza nocciolo…

Non ho registrato tempi né altro, quindi, se qualcuno fosse interessato, trascrivo gli ingredienti della ricetta di Lydia, per 1 Kg di polpa di prugne, poi basta moltiplicare tutto…

“1 kg di prugne già lavate e tagliate a pezzetti

400 gr di zucchero

1 mela grattugiata

200 gr di uvetta

1 limone premuto e la buccia grattugiata

1 cucchiaino scarso di cannella in polvere”…

Il resto della ricetta  con il procedimento è QUI


Le mie variazioni:

- ho ridotto la quantità di uvetta (in totale ne ho aggiunti circa 200 grammi a ¾ della cottura) e ho dimezzato la quantità di cannella.

- ho completato il procedimento di cottura in un’unica fase, iniziando con la sola frutta e aggiungendo lo zucchero all’inizio della formazione delle bollicine.

In conclusione ho ottenuto 15 barattoli di marmellata, di capacità varia…

Grazie Lydia!




Aggiornamento: ho inserito altre due immagini che ieri non riuscivo a caricare...

14 commenti:

Lydia ha detto...

Anna, pensa un pò io quest'anno non ho fatto nemmeno un vasetto di marmellata per ora.
Sto perdendo colpi.ù
Un abbraccio

Anna Righeblu ha detto...

Lydia, tu che stai perdendo colpi? :D Ma dài!!!
Io avevo una gran voglia di prepararne, di diversi tipi ma, finora, sono riuscita a concretizzare solo con le prugne...
E mi sa tanto che non farò altro... troppo caldo...
Buon inizio di settimana :-)

gaetano ha detto...

Cara Anna, da ragazzo aiutavo sempre mia madre a fare la passata di pomodoro e le varie confetture fatte in casa, l'importante e' la bollitura per farle conservare bene, poi il fatto del succo di limone e' un conservante naturale, non si deve eccedere per non avere un sapore appena sgradevole, noi avevamo le Albicocche.
Mi dispiace di non avere tempo per dedicarmi a fare cose che facevo da ragazzo, vorrei fare i pomodori essiccati e poi messi sottolio, sai l'orto lo coltiva mia moglie e i pomodori non mancano, ma lei quelli essiccati non me li fa mai e a me piacciono tanto.
Buona estate cara Anna, il 26 e' vicino e qui i festeggiamenti sono gia' pronti.
gaetano

Anna Righeblu ha detto...

Gaetano, anch'io ricordo le buone conserve e le marmellate che preparava mia madre... se ho tempo e frutta non trattata a disposizione, mi piace prepararne... sembra che abbia un altro sapore.
Curare un orto è bellissimo ma anche impegnativo, complimenti a tua moglie! Forse si convincerà, prima o poi, a fare i pomodori essiccati!
Nella tua zona ci sono festeggiamenti per il 26?
A presto

gaetano ha detto...

Carissima Anna il paesino a tre chilometri da dove abito, ha l'usanza di fare una festa in onore di S. Anna, che per tre giorni attira tanta gente e prendono per la serata spesso cantanti famosi, poi tra madrina di battesimo e parenti e conoscenti di Anna da fare gli auguri sono molte.
Ti saluto e spero che da te ci sia piu' refrigerio di qua'.
gaetano

Lila ha detto...

deve essere una delizia. magari quando trovo le prugne ci provo!

Anonimo ha detto...

in questo periodo spesso le marmellate fatte in casa le usano per bomboniere ai matrimoni

Anna Righeblu ha detto...

Gaetano, in molte località ci sono festeggiamenti in onore di S. Anna...
Ora sembra che questo nome non sia più di moda.

Anche qui il caldo è insopportabile!
Un caro saluto

Anna Righeblu ha detto...

Lila, sì, l'ho già provata a colazione, è deliziosa... se non ami l'aroma della cannella o l'uvetta, puoi ridurne le quantità o eliminarle del tutto, è comunque molto gradevole!

Un caro saluto e buon weekend :-)

Anna Righeblu ha detto...

Anonimo, non sapevo di questa novità, mi sembra un'idea carina...

potresti firmare i tuoi commenti?

Lefrancbuveur ha detto...

Io adoro le "gocce d'oro" gelate di frigorifero, lavate e mangiate così: sono dissetanti da morire!
ciao e a presto.

Enrico

Anna Righeblu ha detto...

Lefrancbuveur-Enrico, piacciono molto anche a me fredde, ma quando non sono troppo mature...

A presto :-)

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Anna Righeblu ha detto...

Vincent, benvenuto. Grazie, terrò presente il sito e il tuo invito...
Un saluto

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails