martedì 25 novembre 2008

Le torri: alti e bassi

[foto di Anna righeblu ]

Da sempre le torri hanno esercitato un ruolo di richiamo e sono state considerate, anche in epoca romantica, tra gli elementi architettonici antichi più affascinanti all’interno delle città.
Alte e slanciate, per lungo tempo rappresentarono il simbolo dell’orgoglio e della potenza del comune, il fulcro visivo delle città e l’elemento di riferimento della cittadinanza.
Già presenti nei tracciati delle mura di epoca romana, le torri ebbero la loro massima diffusione nel corso del Medioevo.
La funzione, mutevole nel tempo, assunse dapprima rilevanza prevalentemente strategica e difensiva e, in seguito, rappresentativa della potenza e del prestigio delle famiglie nobili.
La pianta, inizialmente circolare, divenne quadrata o poligonale e l’altezza, dapprima contenuta, aumentò con l’idea di rappresentare un criterio di misura, quello della potenza e ricchezza del proprietario.
L’incremento dell’altezza mise a rischio la staticità delle torri che, alla fine del XII secolo, furono sottoposte alla cosiddetta “scapitozzatura”, con la demolizione delle parti più elevate, in modo che non superassero, per importanza, la torre del palazzo del governo comunale.Già in precedenza, con l’uso delle nuove armi da fuoco, le torri perimetrali si erano rivelate pericolose, perché facile bersaglio in grado di rovinare pericolosamente sulle abitazioni interne.
In seguito, per favorire i nuovi assetti urbanistici, in diverse città numerose torri furono demolite.
Solo nella cittadina Toscana di San Gimignano, l’originario apparato delle torri medievali è stato conservato, seppure in minor numero rispetto a quelle iniziali.

Anna righeblu ideeweekend

___________________________________________________
Aggiornamento:
Nei commenti, Lydia cita il trigramma di San Bernardino, situato sulla facciata del Palazzo Pubblico di Siena.
Ecco l'immagine, ritaglio di una mia foto già poco chiara... Grazie a Lydia per le informazioni!
Anna righeblu ideeweekend

30 commenti:

AndreA ha detto...

Le torri destano sempre un certo fascino ... :-)

Un abbraccio, a presto!! :-)

Lydia ha detto...

Uuuhhhhh, Siena, Piazza del Campo!!!!
Il tetragramma di San Bernardino, che sarebbe quella specie di sole di bronzo che si vede sulla facciata del palazzo pubblico, è stato uno dei miei primi lavori (sono restauratrice).

Bello questo excursus sulle torri

Giovanna ha detto...

Ciao Anna, sono latitante da un po, ma quando ho un po di tempo (sono sopraffatta dai miei doveri di mamma) vengo a trovarti. Un abbraccio e buona giornata

kix ha detto...

Bellissimo questo excursus!!! Grazie Anna!!

anna righeblu ha detto...

Lydia, benvenuta.
Mi incuriosisce la tua citazione del tetragramma di San Bernardino!
E' un tetragramma sacro, ed è in ebraico?
Farò un ingrandimento di un'altra foto, per vedere bene...
Complimenti per il tuo lavoro

Ti ringrazio...Ciao e a presto

anna righeblu ha detto...

Giovanna, so quanto siano piacevoli ma impegnativi i doveri/piaceri di mamma ... e si spera che durino per sempre!
Capita a tutti di essere assorbiti dagli impegni e mi fa molto piacere che tu sia passata.
Un grande abbraccio! :-***

anna righeblu ha detto...

Kix, ...ma grazie a te!

Baci

anna righeblu ha detto...

Andrea, scusa, mi era sfuggito il tuo commento... :-)

Sì, le torri hanno il potere di attrarre l'attenzione e, in genere, sono collegate a castelli e ambienti che a me piacciono molto!

Un abbraccio e a presto

Lydia ha detto...

Anna, scusami, errata corrige: è un trigramma.
IHS il trigramma che Bernardino stesso aveva disegnato come simbolo della sua devozione a Cristo e che portava in giro durante le sue predicazioni.
Proprio per questo motivo è considerato il patrono dei pubblicitari.
Il trigramma è sul palazzo pubblico di Siena perchè San Bernardino essendo di origini senesi ed avendo vissuto lì molto tempo è compatrono di Siena.
Mi dispiace non avere qui con me una foto del trigramma, te le mostrerei.
Comunque è in bronzo dorato (in realtà dell'oro sono rimaste solo pochissime tracce) e rappresenta un sole raggiante (c'è tutta una simbologia sui raggi, ma vi annoierei) nel cui interno ci sono per l'appunto le prime 3 lettere del nome di Cristo in greco IHS, e dall'asta dell'H parte una croce.
Sono andata a memoria, spero di non aver detto inesattezze e spero di non essere stata noiosa.
A presto

anna righeblu ha detto...

Lydia, grazie!
Ho trovato una foto e ho aggiornato il post, come puoi vedere... Sei stata chiarissima e trovo tutto molto interessante, anche perché, a distanza, non avevo mai messo a fuoco la scritta.
Ciao e a presto

Lydia ha detto...

Anna, figurati, per così poco.
Grazie a te che mi hai fatto tornare indietro di 10 anni!!!

anna righeblu ha detto...

Lydia, vedrai che ci sarà qualche altra occasione per riportarti indietro nel tempo... e farti raccontare qualcosa delle tue interessanti esperienze!

Ho appena letto il post di Giovanna

Massimo ha detto...

Le torri medievali nelle cittadine hanno un certo fascino arcano...
in poche parole mi piacciono.
Ciao!

anna righeblu ha detto...

Massimo, piacciono anche a me, non so se si è capito...
Ciao, a presto

Gunther ha detto...

molto bello questo escursus sulle torri, mi piace molto, ho un amico in francia che ha comprato una torre saracena e l'ha trasformata in una casa....beato lui, un saluto

anna righeblu ha detto...

Gunther, a quanto pare siamo in tanti a subire il fascino delle torri!
Ciao e a presto.

GlitterVictim ha detto...

San Giminiano la porterò sempre nel cuore è uno dei luoghi più incantevoli che io abbia mai visto, bellissimi gli affreschi del ghirlandaio.

anna righeblu ha detto...

Glittervictim, Di San Gimignano ho un bellissimo ricordo anch'io...non recente purtroppo... oltre alle torri e al duomo, ricordo molto bene la piazza della cisterna.
Ciao e buona serata :-)

teoderica ha detto...

Complimenti un blog interessante ed ameno. Giunta qui dal blog di Annarita. In quanto alle torri costruite inizialmente per difesa e poi simbolo di prestigio , ti voglio raccontare della Famiglia Rasponi, che a Ravenna spadroneggiava, e dopo l' ultimo ennesimo crimine, il Papa costrinse la famiglia a demolire tutte le loro torri . Oggi Ravenna ha una sola torre "scapitozzata". Grazie per lo spazio e ciao.

anna righeblu ha detto...

Teoderica, benvenuta. Ti ringrazio per questo interessante contributo. Non sapevo delle torri di Ravenna!

Grazie a te , ciao.

Mammazan ha detto...

E' sempre un piacere passare di qui e colmare le lacune anzi i crateri della mia ignoranza.
Ma dimmi, visto che le tue foto sono così belle ...ma perchè non ne metti di più( io non posso parlare perchè spesso esagero nel mio blog).
Se fossi al posto tuo sarebbe un disastro mi metterei a fotografare anche i particolari... deformazione professionale!!
Baci e buon fine settimana
Grazia

anna righeblu ha detto...

Mammazan - Grazia, sei molto gentile... io ho iniziato a fare qualche foto da quando ho il blog, non so nulla di fotografia e oltretutto, faccio le foto in gran fretta!
Sì perché di solito evito di fotografare le persone e, perciò, inquadro velocemente e scatto.
Sto scoprendo che mi piace sempre di più fotografare e vorrei fare un corso veloce...di alfabetizzazione almeno!!!
Baci e buon weekend

Pino Amoruso ha detto...

Complimenti per l'interessante post...
Buon weekend ;)

anna righeblu ha detto...

Pino Amoruso, grazie.
Ciao e buon weekend anche a te! :-)

Maurizio ha detto...

Torri, castelli, splendide immagini medievali...
Due anni fa, nel nostro viaggio in Umbria restammo talmente delusi dall'impossibilità di visitare il Castello dei Templari a Magione... dovrebbe essere un luogo aperto a tutti, e invece si può visitare solo su richiesta specifica e premotazione fatta qualche mese prima...
Cmq... un caro saluto ed un abbraccio

anna righeblu ha detto...

Maurizio, quel castello non solo è la sede dell'Ordine dei Cavalieri di Malta, ma è anche la residenza del gran Maestro, in alcuni periodi dell'anno.
E' uno di quei posti che, da qualche tempo, hanno destato la mia curiosità e avrei voluto visitarlo anch'io...ma ho rinunciato, dopo aver letto le varie condizioni e, soprattutto, i tempi di prenotazione.
Un abbraccio anche a te e buon inizio di settimana

marcella candido cianchetti ha detto...

interessanti le torri e la storia quasi sempre cruenta che le caratterizza ecc.... buon inizio di dicembre

Annarita ha detto...

Ciao carissima. Sono affogata, ma trovo sempre un attimo per fare un salto dalle tue parti.

Fantastiche torri, rifugio dell'immaginario!

Se vuoi ammirare un fantastico reportage fotografico sulle bellezze di Lecce, vai a questa pagina.

abbracci
annarita:)

anna righeblu ha detto...

Marcella, sarà anche per il fascino del mistero e del luogo maledetto...certo è che le torri sono state protagoniste di molte storie cruente e crudeli.
Buon dicembre anche a te

anna righeblu ha detto...

Annarita, ho visto una parte delle splendide immagini, (non posso stare tanto davanti al monitor...) tornerò nei prossimi giorni... anche per leggere i tuoi interessanti post
Un abbraccio

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails